#3 TERRAZZO

Project Decscription

#3 Terrazzo
Le 24 volte

Nel 2014 muore inaspettatamente Nanni Moretti. L’Italia del Cinema è in lutto.
Durate il passaggio del feretro dalla camera ardente al cimitero, sotto gli occhi e delle TV, un ragazzo spunta dal terrazzo di casa del defunto, minacciando disperato di buttarsi se qualcuno dell’entourage di Moretti non lo raggiungesse immediatamente sul tetto.
A salire è il figlio del grande regista, suo assistente e cresciuto all’ombra del padre. Raggiuntolo, il ragazzo, che si scopre essere spagnolo, gli spiega disperato che Nanni gli aveva promesso di produrgli il suo film. Giusto quella mattina avevano appuntamento per firmare il contratto. Il figlio di Moretti cerca di tranquillizzarlo, ma invano: o si produce il film o lui si ammazza. Riesce a farsi consegnare una copia del soggetto e ben presto si rende conto che si tratta di una bufala. Il soggetto è pessimo e suo padre non avrebbe mai prodotto una
simile monnezza. Ma lo spagnolo non sente ragioni, costringendo il giovane Moretti a garantirne la realizzazione. Non fidandosi di nessuno si rifiuta di scendere dal cornicione. L’unica possibilità che rimane ai due è riscrivere da capo il soggetto in quella scomoda posizione, dalla quale poi non si schioderanno per 24 ore, in una giornata intera che sconvolgerà radicalmente le loro giovani vite.

Project Details

ITA (Roma)/ ottobre 2014
Messa in scena: Giulio Rubinelli
Macchina: Giuseppe Favale; Marco Oriani; Paolo Gobbi
Montaggio: Marco Oriani
Audio: Denny De Angelis; Simone Panetta
Attori: Andreas Muñoz Blázquez; Giulio Cristini Omar Muñoz Blázquez; Gregorio De Paola